"Come la marea"

Trama
Cosa fareste se un affascinante sconosciuto si fosse comodamente installato in casa vostra? E se vi trattasse con sufficienza, convinto che l’intruso non sia lui, ma voi? L'insolita esperienza capita a Laura Roversi, una single di trent'anni che lavora tutto l'anno nella cancelleria di un tribunale, sepolta viva sotto una montagna di scartoffie. Delusa dall'amore, ferita dalla vita, vuole solo godersi in pace la sua vacanza e non immagina certo, rientrando nella vecchia casa di famiglia dopo un anno di assenza, d'imbattersi in un uomo alto e bruno, bello come un divo di Hollywood, che la osserva infastidito e sembra più che ansioso di metterla alla porta. Naturalmente fra i due sprizzeranno scintille fin dal primo istante.

Comincia così una difficile convivenza complicata dall’arrivo di un enigmatico milionario russo, Alexis Rastrov. Anche lui si sentirà attratto da Laura e col suo caratteraccio astuto e dominatore, darà filo da torcere ai protagonisti. Divisa fra i due uomini, per la prima volta la ragazza scoprirà la forza travolgente della passione e il tormento dell’amore.

La storia è ambientata in una sperduta isola del Mediterraneo, uno di quei posti dove gli abitanti si conoscono tutti, e procede fra colpi di scena, incontri bollenti, intrighi internazionali e la ricerca di un favoloso tesoro perduto, fino al piacevole “happy end”.







Antonio Cupo
E adesso veniamo al protagonista: dopo un periodo trascorso nell’esercito, Nicolai Giordano si guadagna da vivere lavorando come detective e guardia del corpo. Anche lui trascorre le vacanze sull’isola e, all’insaputa di Laura che di solito arriva il mese dopo, nella stessa casa.

Entrambi i giovani nascondono un passato traumatico che tornerà a condizionare scelte e comportamenti, influenzandone il destino.

L’isola dov’è ambientata la storia, con le sue case imbiancate a calce che si riflettono nel porticciolo specchiato d’azzurro, è un luogo immaginario e incarna il classico stereotipo dell’isoletta mediterranea, il tipico luogo dove i pochi abitanti si conoscono tutti e non esistono segreti.

Intorno ai due protagonisti si muove un gruppo di personaggi secondari: Clara, l’amica del cuore di Laura, grande mangiatrice di uomini e dispensatrice di buoni consigli puntualmente disattesi; Salvatore, chiamato da tutti Thor, è il padrino di Nico e altrettanto prodigo consigliere; Irina, la madre di Alexis, avrà un ruolo importante nel districare la vicenda, mentre i simpatici abitanti del luogo saranno impegnati a organizzare la festa del paese con tanto di fiera, pesca di beneficenza, luminarie e gare campestri.


Il simpatico protagonista di Last cop mi ricorda Thor
Nel romanzo, come accade spesso nella vita, i momenti tragici si alternano a quelli comici, in una girandola di emozioni inaspettate di cui preferisco non rivelare troppo.

Voglio aggiungere soltanto che la storia contiene un po’ di mistero, una buona dose di intrighi e malintesi, un pizzico di humour, una manciata di buoni sentimenti e tanto eros per rendere  tutto più piccante, insomma ho tentato di creare un cocktail dal sapore bilanciato. Ci sarò riuscita? Chissà … il giudizio spetta solo ai lettori.      

Per leggere un estratto del romanzo cliccate qui 

Nessun commento:

Posta un commento

Se lasciate un commento, non dimenticate di firmarlo. Grazie