mercoledì 13 novembre 2019

Recensione "Ora e per sempre" (La Locanda di Sunset Harbor—Libro 1) di Sophie Love


Ora e per sempre (La locanda di Sunset Harbor—Libro 1) di [Love, Sophie]


Emily Mitchell, una donna di trentacinque anni con un passato doloroso alle spalle fatto di traumi e abbandoni che hanno inciso profondamente nella sua psiche, pensa che sia finalmente arrivato il momento della svolta. 
Vive a New York, ha un lavoro stabile e convive da sette anni con il fidanzato.
Quando lui la porta fuori a cena per il loro anniversario, Emily è certa che stavolta finalmente le verrà offerto l’anello, anche perché ha trovato una scatolina della gioielleria Tiffany nascosta fra le cose del suo ragazzo.
Piena di aspettativa, si fa bella per l'occasione e aspetta con ansia la fine della cena.
Quando però lui le regala una minuscola bottiglietta di profumo, contenuta nella scatolina della gioielleria, Emily ha un crollo emotivo e capisce che ormai è finita. 

Si è adagiata in un legame di convenienza, fatto solo di abitudine, senza slanci o grande passione, che non porterà mai a nulla,  inutile illudersi: è giunto il momento di rompere.

Dopo aver trascorso una notte angosciante,  Emily dimentica un'importante riunione di lavoro e si scontra con la capoufficio, una donna dispotica e insopportabile, che minaccia di licenziarla. 

Ancora sconvolta per aver sprecato sette anni della sua vita con un uomo che non vuole impegnarsi seriamente con lei, manda a quel paese la capoufficio,  e decide di lasciare il lavoro e New York su due piedi. 
Imbocca l'autostrada e parte per un lungo viaggio in auto fino alla costa del Maine, destinazione: la casa abbandonata di suo padre, un edificio storico e immenso dove ha trascorso l'infanzia. 

Ma la casa, un tempo bellissima, è stata a lungo trascurata e  ha bisogno di urgenti restauri, prima che giunga il rigido inverno del Maine. 
Emily non ci torna da vent’anni, da quando un tragico incidente ha cambiato la vita della  sua famiglia e suo padre è scomparso senza più dare notizie di sé.
Da allora Emily non è più stata capace di metterci piede, eppure, per qualche ragione, in un momento di crisi nera e senza più certezze (lavoro, fidanzato) si sente attratta dalla casa dell'infanzia. 
Come se volesse tornare indietro nel tempo aIl’unico luogo in cui è stata amata per davvero. 

Inizialmente vuole restarci solo per il weekend, giusto il tempo di  schiarirsi le idee e sfuggire alle telefonate della madre e dell'ex fidanzato che non le danno tregua. Ma qualcosa in quella casa, i suoi numerosi segreti, i ricordi del padre, il fascino della cittadina in cui si trova – e soprattutto il suo misterioso custode – la convincono a restare per due settimane che poi diventeranno tre mesi. Lentamente Emily ritrova la pace e non se la sente più di tornare alla vita convulsa di New York. 
Eppure le difficoltà non mancano: i risparmi  di Emily non sono sufficienti per restaurare la casa e pagare le tasse, inoltre un vicino ha messo gli occhi sulla proprietà e farà di tutto per portargliela via. 
Riuscirà a salvare la casa, trovare le risposte che cerca e costruirsi un futuro?

Se come me subite il fascino delle vecchie case impregnate di storia e segreti non potete farvi sfuggire questo romanzo. Una storia piacevole, ben scritta (solo qualche refuso dovuto alla traduzione ma niente di importante),  molto scorrevole, che ho apprezzato molto perché è riuscita a catturami fin dalle prime pagine. 

All'inizio Emily è una donna traumatizzata che istintivamente cerca rifugio e protezione nell'unica casa dove abbia conosciuto l'amore vero, quello del padre. Il fatto che abbia affrontato un lungo viaggio in macchina su un vecchio catorcio (smetterà di funzionare all'ingresso del paese) senza abiti adeguati al clima rigido che l'attende ma solo con quelli che ha indosso nel momento in cui lascia il lavoro, la dice lunga sulla sua disperazione.

Dedicarsi a uno scopo, come restaurare una vecchia casa, può distrarre la mente dall'angoscia, infatti il lavoro manuale è terapeutico  ed Emily non ha mai superato il trauma dell'abbandono paterno seguito alla morte di Charlotte, la sorella.
Tutti gli abbandoni successivi da parte degli uomini che l'hanno lasciata, non hanno fatto altro che incancrenire una ferita già aperta e renderla sempre più insicura.  
Tornare a casa è come riannodare il filo spezzato anni prima e riprendere un cammino di crescita interrotto bruscamente.
I ricordi sepolti nell'oblio torneranno a galla ed Emily riuscirà a ricostruire molti eventi del passato che aveva rimosso.

Grazie al sostegno dei concittadini (adoro le piccole città di provincia americane dove ancora sopravvive la solidarietà dei primi pionieri) e soprattutto all'attrazione per Daniel, il misterioso custode, Emily ritroverà se stessa e la voglia di vivere e chissà, forse riuscirà a dare una svolta al suo futuro.   

Lettura consigliata alle lettrici romantiche che amano il romance contemporaneo e le storie con un certo approfondimento psicologico.


💗💗💗

Il libro è autoconclusivo ma essendo il primo di una serie è 

disponibile gratis in Ebook o in audiolibro a € 0,99.

Potete trovarlo 

su GOOGLEPLAY  o su AMAZON


Che ne pensate? Avete voglia di leggerlo? Se lo leggerete mi piacerebbe conoscere la vostra opinione ;o)

2 commenti:

  1. Pur non essendo il romance in cima alle mie preferenze, non di rado li leggo per alternare e regalarmi qualche momento rosa; e se c'è - come in questo caso, mi pare di capire - una buona introspezione psicologica, meglio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela :) una lettura molto piacevole. L'autrice svela a poco a poco il passato della protagonista e le conseguenze sul suo presente. Anche il custode non è chi dice di essere. Insomma, per me vale la pena di dare una chance al libro ;o)

      Elimina

Se lasciate un commento, non dimenticate di firmarlo. Grazie