lunedì 18 novembre 2019

Recensione "Il profumo dei gelsomini" di Sara Foti Sciavaliere

Il profumo dei gelsomini (pinkbooks) di [Foti Sciavaliere, Sara]


Buon pomeriggio, care amiche di letture romantiche! 
Conoscete già la mia passione per l'Historical Romance, vero?
Oggi vi parlo de Il profumo dei gelsomini, la mia ultima lettura, ambientata nel lontano Medioevo:

Sinossi
Contea di Tripoli,1229
Nel Krak des Gardiens, una delle roccaforti erette dai crociati in Oriente, l’assalto dei famigerati hasaschin porta lo scompiglio. Nonostante le terribili storie che si raccontano sulla setta di assassini di Alamut, uno di loro finisce nelle prigioni del Krak in fin di vita. Quell’uomo però non è chi tutti credono che sia. Nasconde un segreto, che solo la nobile Agnès, intollerante verso le imposizioni del suo rango ma dallo spirito caritatevole, scorge subito nel prigioniero. “Una folle incauta”, come le fa notare Bashir, il guerriero maronita ed esperto di medicamenti che le ha insegnato l’uso delle erbe e dell’arte medica. Agnès saprà dimostrare che il suo cuore non si inganna e che il suo sguardo ha solo visto oltre le apparenze?



La mia opinione

Mi è piaciuta molto l'ambientazione: poche autrici di romance scelgono di collocare le loro opere durante il periodo delle crociate, preferendo il Regency o comunque l'Inghilterra dell'Ottocento così cara alle fans di Jane Austen, invece ho apprezzato lo sforzo di creare una location insolita.

La storia inizia con i crociati che respingono l'assalto dei nemici e catturano l'assassino mandato a uccidere il castellano Raynald de Borne.
Nonostante il suo braccio destro gli suggerisca il contrario, Raynald risparmia la vita dell'uomo e lo fa rinchiudere nelle segrete con lo scopo di interrogarlo ed estorcergli i segreti della setta a cui appartiene.
Le ferite riportate nello scontro però si infettano e l'assassino (il killer diremmo oggi) arriva a un passo dalla morte.
E' qui che entra in scena Agnès! Istruita nell'arte di guarire, la bella castellana si adopererà per curare l'uomo.
Nobile per nascita, Agnès ha rinunciato agli agi della sua condizione per seguire la sua vera vocazione: guarire le sofferenze del prossimo.
Inutile dire che la ragazza rimarrà turbata dal giovane  paziente e farà di tutto per salvarlo. 

La lettura è molto scorrevole, lo stile è fluido nonostante qualche refuso, e si termina in poco tempo, anche perché si tratta di una storia breve (43 pagine).
Belle le scene di combattimento e insolito il rapporto fra Raynald e Agnès.
I protagonisti mi sono piaciuti molto e mi sono appassionata alla loro vicenda fin da subito. 
Non dirò nulla su chi sia in realtà il misterioso assassino per non togliervi il piacere di scoprirlo da sole.
Arrivata alla fine, però, avrei voluto saperne di più. 
Aspetto con ansia il seguito! 

 Potete trovarlo su AMAZON  a soli € 0,99. 

Il profumo dei gelsomini (pinkbooks) di [Foti Sciavaliere, Sara]

2 commenti:

  1. Sara Foti Sciavaliere18 novembre 2019 15:23

    Cara Erielle, ti ringrazio per la tua recensione e mi fa tanto piacere che ti sia piaciuto ����

    Avevo pensato al seguito, ma ancora l'idea non ha ancora incontrato la parola scritta... Spero di riuscire a scrivere come procederà la storia di Agnes e del misterioso assassino.

    Grazie!! ����
    Sara Foti Sciavaliere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Sara, è stato un piacere leggerti! Spero che l'ispirazione giunga presto ;o) Alla prossima!<3

      Elimina

Se lasciate un commento, non dimenticate di firmarlo. Grazie